INIZIATIVA SULL’ACQUA POTABILE

(Iniziativa popolare federale “Acqua potabile pulita e cibo sano – No alle sovvenzioni per l’impiego di pesticidi e l’uso profilattico di antibiotici” depositata il 18.01.2018 dall’associazione apartitica “Iniziativa per acqua potabile pulita”)

Noi sosteniamo l’iniziativa sull’acqua potabile perché

è conforme alla Costituzione federale (art. 104 CF) e al ventennale contratto sociale con l’agricoltura (libro bianco agricoltura).

l’agricoltura convenzionale non raggiunge attualmente nessuno degli obiettivi ambientali per l’agricoltura (OAA) posti dalla legge (rapporto Bertschy)

attualmente circa un milione di persone abitanti nell’Altopiano svizzero riceve acqua potabile contaminata da pesticidi, che non soddisfa più la legislazione sulle derrate alimentari (rapporto UFAM del 12.05.2020 e 15.08.2019 e Informazioni dell’EAWAG)

prevede soluzioni liberali e mirate per sbarrare la strada alla contaminazione delle acque da pesticidi e nitrati, così come a resistenze agli antibiotici, dovute alla elevatissima densità degli allevamenti di bestiame (contesto e dati di fatto dell’iniziativa sulle acque potabili (PDF in tedesco))

è fattibile sia dal punto di vista del diritto che da quello agronomico (perizia giuridica SFV-FSP/VSA (PDF in tedesco) e Piano di riduzione dei pesticidi in Svizzera), qualora si consideri che, parallelamente, si raggiungerebbero gli obiettivi ambientali di legge, le rese agricole diminuirebbero leggermente e il reddito degli agricoltori aumenterebbe leggermente (studio Agroscope)

la Berna federale, a fronte della potente lobby agraria, non è stata finora in grado di adottare misure incisive di protezione delle acque: così, ad esempio, il Piano d’azione nazionale prevede che il 50% delle violazioni di legge nei corpi d’acqua (principalmente a causa di pesticidi) vengano tollerate a lunga scadenza … (Piano d’azione dei prodotti fitosanitari, pag. 21)